rivers-in-uk

Fiumi nel Regno Unito .. La tua guida completa 2023

Esplora i fiumi nel Regno Unito con noi! Dal Tamigi al fiume Severn, c’è così tanto da scoprire. 

Scopri tutto su questi maestosi corsi d’acqua e su come modellano il nostro paesaggio e la nostra cultura. Abbiamo tutte le informazioni necessarie proprio qui!

fiumi nel Regno Unito

Introduzione ai fiumi nel Regno Unito

I fiumi del Regno Unito sono una parte importante del paesaggio naturale del paese e lo sono stati per secoli. Tutti i fiumi nel Regno Unito iniziano nel punto più alto di un’area e poi scorrono a valle, guadagnando più acqua da altri corsi d’acqua, fiumi e affluenti mentre lo fanno. 

Il fiume Tamigi è il fiume più lungo del Regno Unito, si estende per 215 miglia (346 km) dalla sua sorgente nel Gloucestershire alla foce all’estuario del Tamigi. È anche uno dei 44 fiumi in Inghilterra che sono stati legalmente protetti come siti di interesse scientifico speciale (SSSI). 

Sfortunatamente, molti di questi fiumi stanno affrontando sfide causate dall’inquinamento, dai cambiamenti climatici e dall’attività umana.

Una panoramica di tutti i fiumi nel Regno Unito

Il Regno Unito ospita un’ampia varietà di fiumi, che variano in lunghezza dal fiume Severn, che scorre per miglia 220, al fiume Tweed in Scozia, che è lungo solo 155 km. 

In totale, in tutto il Regno Unito possono essere identificati quasi 1500 sistemi fluviali discreti, comprendenti oltre 200000 km di corsi d’acqua. Il fiume Tamigi è il fiume più lungo e più significativo del paese. È anche uno dei fiumi più importanti dal punto di vista storico, culturale e commerciale. 

Il fiume Severn, il fiume Bann nell’Irlanda del Nord e il fiume Tweed sono altri grandi fiumi del paese. I fiumi del Regno Unito forniscono una varietà di importanti servizi tra cui l’acqua potabile e il trasporto. Sfortunatamente, questi fiumi sono a rischio a causa dei cambiamenti climatici e delle attività umane come l’inquinamento e lo sfruttamento eccessivo. Pertanto, è essenziale che tutte le parti interessate lavorino insieme per garantire che i nostri fiumi siano mantenuti per le generazioni future.

I fiumi più lunghi del Regno Unito

Il Regno Unito ospita alcuni dei fiumi più lunghi d’Europa, con il Tamigi e il fiume Severn che sono i due più lunghi. Il Tamigi è lungo 220 miglia (354 km) ed è attraversato da oltre 200 ponti. 

Anche il fiume Severn è lungo 220 miglia e sorge nelle montagne del Cambriano gallese prima di sfociare nel Canale di Bristol. Attraversa città come Reading, Windsor, Oxford e Henley-on-Thames nel suo viaggio. 

Entrambi i fiumi sono importanti dal punto di vista economico ed ecologico e offrono numerose opportunità di svago.

Le sfide che devono affrontare i fiumi nel Regno Unito

Le sfide che i fiumi del Regno Unito devono affrontare sono numerose e sfaccettate. Dal cambiamento climatico all’inquinamento agricolo, le acque dell’Inghilterra sono sotto pressione. Gli impatti del cambiamento climatico possono essere visti sotto forma di siccità, inondazioni e condizioni meteorologiche estreme, che portano a un aumento del deflusso di sedimenti e nutrienti nei fiumi. Anche l’inquinamento agricolo, compreso il deflusso di fertilizzanti e rifiuti animali, è uno dei principali fattori che contribuiscono al degrado dei fiumi. 

Inoltre, molti dei fiumi inglesi sono stati sfruttati in modo eccessivo e sottovalutati, il che li ha portati a prosciugarsi quasi in alcuni punti. Anche le microplastiche, i liquami e altri inquinanti stanno mettendo a dura prova lo stato dei nostri fiumi. Il lancio di cinque nuovi progetti di ricerca per studiare l’impatto dell’inquinamento sui fiumi del Regno Unito è un positivo passo avanti, ma c’è ancora molto da fare per garantire la salute dei corsi d’acqua inglesi.

L’impatto dei cambiamenti climatici sui fiumi nel Regno Unito

Il cambiamento climatico sta avendo un impatto significativo sui fiumi nel Regno Unito. L’aumento delle temperature e il cambiamento dei modelli di precipitazione stanno aumentando il rischio di inondazioni e siccità nel Regno Unito, che possono avere un effetto negativo sulla qualità dell’acqua del fiume. Portate fluviali ridotte significano una minore diluizione degli inquinanti, portando a concentrazioni più elevate di inquinamento nell’acqua. 

Nel nord della Gran Bretagna, è probabile che le portate dei fiumi aumentino durante tutto l’anno, in particolare in inverno. Ciò può portare a un aumento della domanda di acqua, che può mettere a dura prova le risorse. È importante agire per proteggere e preservare i fiumi del Regno Unito dagli effetti del cambiamento climatico, nonché dalle attività indotte dall’uomo come l’inquinamento e l’eccessiva estrazione di acqua.

Il ruolo dell’attività umana sui fiumi del Regno Unito

L’attività umana ha un impatto significativo sui fiumi nel Regno Unito. Come descritto nelle sezioni precedenti, le attività umane come l’edilizia, l’agricoltura, il disboscamento e l’industria possono potenzialmente alterare in modo significativo il paesaggio dei fiumi del Regno Unito. Inoltre, queste attività possono anche portare a un aumento dell’inquinamento delle acque e al degrado degli habitat fluviali. Oltre a ciò, l’attività umana può anche aumentare il rischio di inondazioni ed erosione in determinate aree. 

Il cambiamento climatico sta anche aggravando gli effetti dell’attività umana sui fiumi nel Regno Unito, poiché i cambiamenti di temperatura possono portare a un aumento delle condizioni di siccità o a un aumento delle precipitazioni, che possono entrambi avere impatti dannosi sugli ecosistemi fluviali. È quindi importante adottare misure adeguate per ridurre l’impatto umano sui fiumi del Regno Unito e proteggerli da ulteriori danni.

Un elenco dei principali fiumi del Regno Unito

1. Il fiume Severn è il fiume più lungo del Regno Unito, per un totale di 220 miglia. Si trova in Inghilterra e sfocia nel Canale di Bristol.

2. Il Tamigi è il secondo fiume più lungo del Regno Unito e uno dei corsi d’acqua più riconoscibili al mondo, con una lunghezza di 215 miglia. Si trova in Inghilterra e sfocia nel Mare del Nord.

3. Il fiume Trent è lungo 185 miglia e attraversa l’Inghilterra, dallo Staffordshire al Lincolnshire, prima di sfociare nell’estuario dell’Humber.

4. Il fiume Clyde è lungo 143 miglia e attraversa la Scozia, dalla sua sorgente vicino a Lanark fino alla sua foce nel Firth of Clyde dove sfocia in un estuario nella città di Glasgow.

5. Il fiume Tyne è lungo 74 miglia e attraversa l’Inghilterra settentrionale, dalla sua sorgente vicino a Hexham fino alla sua foce a North Shields, dove sfocia in un estuario sulla costa del Mare del Nord.

6. Il fiume Mersey è lungo 70 miglia e attraversa l’Inghilterra nord-occidentale, da Stockport alla baia di Liverpool, dove sfocia in un estuario sulla costa del Mare d’Irlanda.

7. Il fiume Tweed è lungo 84 miglia e attraversa la Scozia, dalla sua sorgente vicino a Tweedsmuir fino alla sua foce a Berwick-upon-Tweed, dove sfocia in un estuario sulla costa del Mare del Nord.

8. Il fiume Avon è lungo 94 miglia e attraversa il sud-ovest dell’Inghilterra, dal Wiltshire al porto di Bristol, dove sfocia in un estuario sulla costa dell’estuario del Severn.

9. Il fiume Eden è lungo 64 miglia e attraversa l’Inghilterra settentrionale, dalla sua sorgente vicino a Mallerstang Common fino a Carlisle, dove sfocia in un estuario sulla costa del Mare d’Irlanda.

10. Il fiume Liffey è lungo 85 miglia e attraversa l’Irlanda, dalla sua sorgente vicino a Tipperary fino alla baia di Dublino, dove sfocia in un estuario sulla costa del Mare d’Irlanda.

fiumi in Scozia

Articoli simili