L’importanza del tè nella cultura britannica

Chiedi a chiunque al di fuori del Regno Unito della cultura britannica e l’argomento del tè verrà sicuramente fuori. Il Regno Unito è stato un grande consumatore di tè sin dal XVIII secolo e i suoi cittadini ne consumano in media 1,9 chili all’anno. Il tè era inizialmente consumato solo dai ricchi in Europa, ma ha rapidamente guadagnato popolarità ed è ora consumato da persone di ogni estrazione socioeconomica. È ancora ampiamente riconosciuto come parte integrante del carattere britannico e un aspetto distintivo della società britannica.

La passione britannica per il tè è diventata una parte vitale dell’immagine del paese all’estero. Gli inglesi sono famosi per la loro capacità di preparare una tazza di tè soddisfacente, e la loro particolare propensione a diluirlo con latte e zucchero è spesso citata come esempio della loro cultura unica. L’usanza di prendere il tè nel pomeriggio, che ha avuto origine in Inghilterra, ha preso piede in molti altri paesi. Nel 2018, i ricercatori hanno scoperto che il “tè pomeridiano” è una delle 3 cose principali che i giovani di tutto il mondo hanno identificato con l’Inghilterra. Sebbene gli inglesi ora si identifichino fortemente con il loro amore per il tè, non è sempre stato così. Solo una piccola percentuale della popolazione britannica beveva tè prima del 1700, ma all’inizio del 1800 praticamente tutti lo facevano.

tè

Il retroscena

Fu solo all’inizio del XVII secolo che arrivarono in Inghilterra notevoli quantità di tè. Nel 1610, le spedizioni regolari di tè dalla Cina e da alcuni altri paesi asiatici venivano gestite da mercanti olandesi e portoghesi verso i mercati europei.

Nel 1657, il tè veniva venduto prevalentemente in Inghilterra, nei caffè esistenti a Londra; tuttavia, era conosciuto in vari modi come Tcha, China Drink, Tay o Tee, e fu venduto principalmente come trattamento per curare tutti i disturbi; dalla stanchezza e dalla mancanza di vigore al benessere generale e alle malattie di ogni tipo, ed era molto costoso. Al suo apice a metà del 1600, il tè veniva venduto fino a £ 22 per chilogrammo (circa £ 2.000 in denaro di oggi), o £ 10 per libbra. Si può tranquillamente presumere che il tipico britannico dell’epoca non spendesse fino a quasi 4.000 sterline all’anno per il loro vizio. Il tè era riservato alla classe alta, che poteva permettersi di tenerlo sotto chiave nei contenitori del tè perché allora la gente comune e la servitù guadagnavano al massimo 50 sterline all’anno.

Anche così, nel 1659, si poteva trovare praticamente in ogni angolo di strada di Londra. Dopo che la regina Caterina di Braganza, la moglie di Carlo II, introdusse il consumo di tè alla corte reale nel 1662, divenne rapidamente qualcosa di più di una semplice tendenza. Al suo apice intorno alla metà del XVIII secolo, Canton inviava in Europa circa 7 milioni di tonnellate di tè all’anno, con navi britanniche che ne trasportavano quasi la metà.

La crescente domanda di questo nuovo tipo di oggetto di lusso non è passata inosservata alla Corona. Le tasse sul tè importato arrivavano al 119% nel XVIII secolo. Oltre a incoraggiare un diffuso contrabbando, i prezzi elevati alla fine hanno portato alla distribuzione di tè di qualità discutibile e persino adulteranti potenzialmente dannosi. Erbe come liquirizia, prugnolo e salice venivano impiegate per “compensare” le foglie di tè significativamente più costose, e le foglie di tè usate venivano per lo più essiccate e mescolate con nuove foglie. Nel 1784, la tariffa del tè fu ridotta al 12,5%, ponendo così fine al mercato nero, ma il deterioramento rimase una delle principali preoccupazioni fino al 1875, quando fu bandito.

Meraviglie del tè

Sicuramente non si può attribuire solo al sapore del tè che ha raggiunto un consumo così diffuso. L’approccio britannico al tè è quasi rituale. Gli inglesi attribuiscono grande importanza ai benefici sociali del tè; molte delle loro interazioni più significative avvengono mentre condividono una tazza della bevanda, e si commuovono sempre quando gli altri ricordano il loro metodo di preparazione del tè preferito. Anche le scelte di tè delle persone vengono utilizzate per esprimere giudizi affrettati su di loro. Gli inglesi adorano il loro tè e lo usano per qualsiasi cosa, dal rompere il ghiaccio all’imparare le dicerie dell’ufficio al sollevare lo spirito di un collega. Una tazza di tè, in parole povere, può essere gustata quasi in qualsiasi momento.

L’amore britannico per il tè ha svolto un ruolo importante nella formazione delle relazioni internazionali e continua a svolgere un ruolo nei legami culturali tra il Regno Unito e altri paesi. L’incredibile storia del tè è stata al centro di una mostra intitolata “A Tea Journey” presso la Compton Verney Art Gallery nel Warwickshire. Tra i primi resoconti europei sul tè c’è un diario tenuto da un inviato della Compagnia Olandese delle Indie Orientali, che è in mostra durante la mostra. Dice che i cinesi “creano il loro liquore” da una pianta chiamata tè o cha, bevendolo in occasione di eventi sociali.

Il consumo di tè in Gran Bretagna può aver contribuito ad alcune tensioni nel corso degli anni, ma è solo una parte della storia. Si pensa che faccia la stessa cosa su scala globale come nelle riunioni domestiche: riunire le persone. È una pratica comune in molte culture accogliere gli ospiti con una tazza di tè, dal Regno Unito al Giappone, Russia, Turchia, Medio Oriente e altrove. Il significato sociale e cerimoniale del tè nella cultura britannica è familiare ai consumatori in Giappone, Cina, India e altri mercati chiave. L’atto di condividere una tazza di tè con un’altra persona crea un’atmosfera accogliente per la conversazione e offre uno spaccato di un’altra cultura.

Pomeriggio Qualitea Time

La domanda è: cosa è successo per rendere una tazza di tè ancora più preziosa? Hanno seguito la moda e hanno iniziato a prendere il tè nel pomeriggio. Secondo la leggenda, la duchessa di Bedford (1783-1857) rese popolare questa pratica quando invitava gli ospiti a unirsi a lei per il tè pomeridiano e gli spuntini ogni giorno alle 4. In effetti, chi potrebbe mai nutrire rancore nei suoi confronti? Per trattenerti fino a cena, cosa c’è di meglio di un panino leggero, uno spuntino zuccherato e una fumante tazza di tè?

Dall’avvento dei trasporti e delle comunicazioni moderne, le persone di tutto il mondo hanno ora accesso immediato a un’ampia varietà di tè con sapori e aromi che prima non erano disponibili. Sono esperti dei benefici di vari tè e li scelgono di conseguenza, che si tratti di camomilla per far dormire le persone o tè verde per aumentare il loro metabolismo. Mentre l’antica combinazione di tè, latte e zucchero rimarrà senza dubbio la più popolare per i secoli a venire. Non c’era modo di dire di no a provare la cucina di tutto il mondo. In questo senso, BRUU offre un’ampia varietà di tè interessanti; sei sicuro di trovare un nuovo preferito tra loro.

Articoli simili