Vai al contenuto

I vichinghi in Gran Bretagna … Inghilterra, İrlanda, Scozia e Galles 2022

I vichinghi in Gran Bretagna hanno lasciato un segno molto importante nella storia britannica che ha influenzato la Gran Bretagna culturalmente e linguisticamente in larga misura.

In questo post parleremo della storia dei vichinghi in Gran Bretagna, e come si sono stabiliti e hanno prosperato.

Vichinghi in Gran Bretagna

Informazioni sui vichinghi in Gran Bretagna

L’invasione dei vichinghi per la Gran Bretagna ha avuto molte tappe diverse, a partire dall’Inghilterra, passando per l’Irlanda e la Scozia.

I vichinghi in Inghilterra

L’esistenza dei vichinghi in Gran Bretagna inizia con l’invasione dell’Inghilterra, che ha avuto l’effetto maggiore rispetto agli altri regni.

Ivichinghi fecero irruzione in Inghilterra nel 793, prendendo d’assalto Lindisfarne e rubando le ossa di San Cuthbert che erano conservate in un monastero.

Un gruppo di persone ha ucciso i monaci e ha preso i loro soldi. Con questo attacco iniziò l'”Età della conquista vichinga”.

I vichinghi erano in grado di farlo perché usavano navi alte.

Nell’ultimo decennio dell’VIII secolo, ci fu molta violenza sulle coste settentrionali e occidentali dell’Inghilterra, ma su piccola scala. Le invasioni vichinghe continuarono nelle città costiere inglesi. Mentre i primi gruppi di razziatori erano piccoli, si pensava che avessero molti piani.

Era l’inverno tra l’840 e l’841 quando i norvegesi uscirono. Avevano aspettato su un’isola al largo dell’Irlanda. Per il loro primo inverno nel Regno Unito, i vichinghi soggiornarono sull’isola di Thanet nel Kent.

Era la seconda volta nell’854 che il gruppo di razziatori si fermava sull’isola di Shepey nell’estuario del Tamigi per l’inverno. Nell’864, tornarono a Thanet per accamparsi per l’inverno.

L’anno successivo, un enorme esercito pagano guidato dai fratelli storpi Ivar, Halfdan e Ob Ragnarson arrivò nell’Anglia orientale. Essi furono raggiunti da un altro sovrano vichingo (Gathram).

Andarono poi in Northumbria e si impadronirono di York, creando la York norrena, una città vichinga dove alcune persone vivevano come agricoltori e artigiani.

I vichinghi si impadronirono della maggior parte dei regni inglesi, che all’epoca erano in uno stato di caos. Durante un attacco alla Northumbria da parte dei fratelli Halfdan, figli di Ranger e ivar il disossato, il re inglese Forced fu reso un semplice burattino dai fratelli Halfdan. Questo fece della Northumbria la loro casa settentrionale.

La “Grande Armata Estiva” arrivò in Inghilterra nell’870, guidata da un capo vichingo di nome Bagsick e dai Cinque Conti. Hanno preso il controllo del paese. Fu una lotta tra le forze vichinghe che avevano comandato la maggior parte dell’Inghilterra fino all’871, quando progettarono di invadere il Regno del Wessex con l’aiuto della Grande Armata Pagana.

Gli uomini di Bagsick e le forze di Halfdan cercarono di fermarli (che avevano già conquistato gran parte dell’Inghilterra dalla loro roccaforte nella York nordica).

Bajsek e il conte furono uccisi nella battaglia di Ashdown l’8 gennaio 871. Di conseguenza, molti vichinghi tornarono nel nord dell’Inghilterra, e la scandinava York divenne la capitale del regno vichingo. Ma Alfredo il Grande riuscì a scacciarli. Dopo aver sconfitto le incursioni vichinghe sulla frontiera, Alfredo e i suoi successori furono in grado di conquistare York, che si trovava sulla costa.

Come risultato della vittoria di Eric Bloodaxe su York nel 947, una nuova ondata di vichinghi norvegesi entrò in Inghilterra. Canuto il Grande, che regnò dal 1016 al 1035, mantenne i vichinghi in Danimarca, ma il potere dei suoi successori fu ridotto da una serie di battaglie di successione.

Thingmen era un gruppo di vichinghi nel 1012 che combatteva per il re d’Inghilterra. Questo gruppo era chiamato i “Thingmen”. Dal 1012 al 1066, furono sottoposti alla tassa Danion, che aveva lo scopo di fermare l’arrivo dei vichinghi per circa due decenni. Quando gli inglesi vinsero la battaglia di Stamford Bridge nel 1066, i vichinghi persero il loro potere.

Diciannove giorni dopo, i Normanni arrivarono in Inghilterra. I Normanni sono imparentati con i norvegesi che uccisero e paralizzarono l’esercito inglese nella battaglia di Hastings.

I vichinghi in Inghilterra

Vichinghi in Irlanda

I vichinghi costruirono Waterford, Cork, Dublino e Limerick in Irlanda. Vichinghi e scandinavi si trasferirono in Irlanda e si mischiarono con i nativi. Nella letteratura irlandese e britannica, così come nei manufatti e nei modelli decorativi, la cultura norrena era importante.

I vichinghi facevano affari nei mercati irlandesi di Dublino. C’erano tessuti provenienti dall’Inghilterra, da Bisanzio, dalla Persia e dall’Asia centrale che sono stati trovati durante gli scavi. Molte persone vivevano fuori dalle mura di Dublino nell’XI secolo.

Nel 795, i vichinghi razziarono i monasteri della costa occidentale dell’Irlanda prima di passare al resto della costa. Nel nord e nell’est dell’isola, la maggior parte della tempesta ha colpito.

Questi attacchi furono inizialmente condotti da piccoli gruppi di vichinghi che erano molto mobili. Nell’830, i gruppi erano costituiti da enormi flotte di navi vichinghe. Intorno all’840, i vichinghi cominciarono a costruire roccaforti a lungo termine sulla riva del mare per potervi rimanere.

Dublino fu la colonia più importante per molto tempo. Quando c’erano i vichinghi, gli irlandesi si abituavano a loro e a volte formavano alleanze attraverso il matrimonio.

C’erano 120 navi vichinghe nell’832, quando invasero le parti settentrionali e orientali di quella che oggi è la costa settentrionale e orientale dell’Irlanda. Secondo alcuni, il numero di invasori aumentò perché i governanti scandinavi erano pronti ad attaccare le coste occidentali dell’Irlanda con la forza militare.

Gli attacchi all’Irlanda iniziarono a metà del IX secolo, a differenza delle invasioni precedenti, che raggiunsero solo le coste (830). I fiumi navigabili hanno reso possibile tutto questo. Dopo l’840, i vichinghi costruirono molte roccaforti in tutta l’Irlanda che erano ben posizionate.

İn 838 d.C., una piccola flotta vichinga arrivò in Irlanda nell’Irlanda orientale. I vichinghi costruirono una stazione navale fortificata. Gli irlandesi la chiamavano la base navale fortificata perché era molto forte.

Questa regola è stata chiamata la Regola di Dublino. Dopo questo periodo, gli irlandesi e i vichinghi combatterono per circa 40 anni. I vichinghi fortificarono anche basi navali a Cork, Limerick, Wexford e Wexford. I vichinghi navigavano su e giù per il fiume principale e i suoi rami per spostarsi nella zona.

Vichinghi in Irlanda

Battaglia di Clontarf

Una battaglia tra i vichinghi e un esercito irlandese guidato dal re Brian Borough ebbe luogo il 23 aprile 1014, a Clontarf. Fu uno degli ultimi grandi combattimenti dei vichinghi.

Quando la gente leggeva della battaglia di Clontarf nella letteratura irlandese e vichinga, la vedeva come una battaglia tra forze naturali e soprannaturali. Per esempio, c’erano streghe, folletti e demoni che sono menzionati in questa letteratura.

Vichinghi in Scozia

Si dice che i vichinghi tentarono di entrare in Scozia per la prima volta nel 794 sull’isola di Iona, un anno dopo aver conquistato l’isola di Lindisfarne in Northumbria. Ci sono pochissimi documenti al riguardo.

Nell’839, un’enorme flotta scandinava percorse a nuoto i fiumi Tai e Irne fino al cuore del regno dei Pitti di Fortray, dove vivevano i Pitti.

I norvegesi si erano stabiliti nelle Shetland, nelle Orcadi (nord), nelle Ebridi, nell’isola di Man e in alcune parti della Scozia verso la metà del IX secolo, quando i vichinghi arrivarono nella zona.

Nelle Ebridi e nell’Uomo, i coloni nordici si mischiarono un po’ con il popolo gaelico (vedi Popolo gaelico nordico). I conti locali, che erano capitani di navi vichinghe locali o capi militari, gestivano questi territori. D’altra parte, il conte di Orkney e Shetland sosteneva di possederla e gestirla.

Durante l’anno 875, il re Harald Firerer condusse una forza navale dalla Norvegia alla Scozia. Quando cercò di unire la Norvegia, molte persone che non gli piacevano si rifugiarono sulle isole.

Oltre a saccheggiare altri luoghi, cercarono anche di attaccare la Norvegia, che non gli piaceva molto. Costruì una flotta e sconfisse i ribelli, ottenendo il controllo dei conti che erano fuggiti in Islanda. Alla fine, non governava solo la Norvegia. Governò anche alcune parti della Scozia.

Spesso in Scozia si pensa che l’anno 1266 sia la vera fine dell’età vichinga.

Nel 1263, il re norvegese Haakon IV inviò una flotta di navi dalla Norvegia e dalle Orcadi sulla costa occidentale in risposta a un’incursione degli scozzesi a Skye. Le navi di Magnus III, Magnus e Dougal dell’Isola di Man erano tutte in contatto con la sua nave, che ha preso contatto anche con le loro flotte.

Dopo la rottura dei negoziati di pace, le sue truppe combatterono gli scozzesi a Largs nell’Ayrshire. Anche se la lotta ha richiesto molto tempo, ciò significava che gli scandinavi non sarebbero stati in grado di invadere di nuovo quest’anno. Durante l’inverno, Haakon morì mentre dormiva nelle Orcadi. Suo figlio Magnus aveva ceduto il regno di Man and the Isles e tutte le isole scozzesi ad Alessandro III attraverso il trattato di Perth.

Il re Cristiano I di Danimarca rinunciò alle Orcadi e alle Shetland per assicurare la dote di sua figlia, che avrebbe sposato Giacomo III di Scozia, nel 1468.

I conti di Orkney e Shetland gestivano le zone e fino ad allora erano sotto il dominio della Norvegia. Quando Carlo II firmò l’Atto del 1669, mantenne la sua promessa di portare Orkney e Shetland nel suo regno. Ha detto che sarebbero stati esclusi da qualsiasi “dissoluzione delle terre di Sua Maestà”, e sono ora ufficialmente parte del Regno Unito.

Vichinghi in Scozia

Vichinghi in Galles

I vichinghi non hanno conquistato il Galles come hanno fatto in Inghilterra.

I vichinghi si spostarono a sud, vicino a St. David, Haverfordwest e altri luoghi. È ancora possibile trovare vecchie case nordiche a Skokholm, Skomer e Swansea, così come in altri luoghi.

Ma i vichinghi non hanno invaso i regni gallesi che erano in cima alle colline, come alcuni pensavano che avrebbero fatto.

Vichinghi in Galles